Titoli

Novità sul riconoscimento e la registrazione dei titoli professionali

Le principali informazioni in breve

Nuova legge federale sulle professioni sanitarie - I punti salienti

Il 1° febbraio 2020 entra in vigore la nuova legge federale sulle professioni sanitarie (LPSan), che stabilisce requisiti uniformi per le seguenti professioni: cure infermieristiche, fisioterapia, ergoterapia, ostetricia, alimentazione e dietetica, optometria, osteopatia. Il Consiglio federale definisce inoltre la procedura di riconoscimento dei titoli stranieri, compito che, insieme alla gestione del futuro Registro delle professioni sanitarie, affida alla CRS.

Nuova legge federale sulle professioni sanitarie - Riconoscimento dei titoli esteri

La procedura di riconoscimento dei diplomi dei richiedenti provenienti da Stati terzi è definita dall’ordinanza sul riconoscimento delle professioni sanitarie (ORPSan). Il confronto tra i titoli delle professioni interessate nell’ambito della procedura di riconoscimento viene effettuato sulla base dell’ordinanza sulle competenze professionali sanitarie (OCPSan).

Nuova legge federale sulle professioni sanitarie - Nuove professioni di competenza della CRS

Con l’entrata in vigore della legge federale sulle professioni sanitarie, le professioni «optometria» e «osteopatia» rientrano nell’ambito di competenza della CRS.

Nell’ambito della procedura di riconoscimento della professione «optometria», i titoli stranieri saranno confrontati con il titolo svizzero di «Bachelor of Science in Optometria».

Nell’ambito della procedura di riconoscimento della professione «osteopatia», i titoli stranieri saranno confrontati con il titolo svizzero di «Master of Science in Osteopatia».

Per ulteriori informazioni consultare la rubrica della professione del caso sul nostro sito internet.

Procedura di riconoscimento a livello di Scuola universitaria professionale (SUP) - Requisiti per i responsabili dei tirocini di adattamento

Durante la procedura di riconoscimento le formazioni vengono messe a confronto. Qualora si riscontrino lacune possono essere disposte misure di compensazione come, ad esempio, un tirocinio di adattamento, durante il quale il richiedente dovrà esercitare la professione in Svizzera sotto sorveglianza di un professionista qualificato. Quest’ultimo è incaricato di accompagnare, valutare e convalidare il tirocinio. Nel quadro della procedura di riconoscimento per professioni a livello SUP, i responsabili del tirocinio devono rispondere a determinati requisiti.

I suddetti requisiti vengono comunicati ai richiedenti già al momento della decisione della CRS tramite un’apposita scheda, che viene inviata a scopo informativo anche ai datori di lavoro prima dell’inizio del tirocinio di adattamento.

La persona di accompagnamento deve:

  • essere autorizzata ad avvalersi del titolo svizzero protetto relativo alla professione in questione di «Bachelor of Science»; oppure
  • disporre di un diploma svizzero con ottenimento retroattivo del titolo SUP (ORT); oppure
  • disporre della relativa decisione di riconoscimento della CRS (livello SUP).

Per verificare il possesso dei requisiti richiesti consultare il Registro nazionale delle professioni sanitarie NAREG. Qualora le persone di accompagnamento non siano sicure di disporre dei requisiti necessari per ricoprire tale ruolo, sono invitate a mettersi in contatto con noi prima dell’inizio del tirocinio.

Professioni assistenziali nell’ambito delle cure - Informazioni sulle richieste di riconoscimento

In Svizzera l’esercizio delle professioni di addetta/o alle cure sociosanitarie (ACS) nonché di assistente di cura non è regolamentato. Non esiste alcuna base giuridica che preveda che per esercitare tali professioni sia necessario un riconoscimento. Le persone che dispongono di un titolo estero in una professione assistenziale nell’ambito delle cure hanno le seguenti possibilità:

Chi ha concluso una formazione di durata biennale in una professione assistenziale può presentare una richiesta per un’attestazione del livello presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI che si occuperà di fornire anche informazioni relative alla procedura e ai requisiti.

Chi dispone di un titolo di una professione assistenziale nell’ambito delle cure di durata inferiore ai due anni ha la possibilità di richiedere alla CRS un’equivalenza per la figura di collaboratore sanitario / collaboratrice sanitaria CRS. Per ulteriori informazioni sulla procedura consultare il nostro sito internet.

Modifica della procedura di riconoscimento - Titolo tedesco di «Rettungsassistentin / Rettungsassistent»

Il 31.12.2014 in Germania è entrata in vigore la nuova legge che regola la professione di «Notfallsanitäter / Notfallsanitäterin» (Gesetz über den Beruf der Notfallsanitäterin, des Notfallsanitäters – NotSanG).

A partire dal 1° gennaio 2020, nell’ambito della procedura di riconoscimento della CRS, i titoli di studio regolati da suddetta nuova normativa saranno confrontati con la formazione svizzera di soccorritore dipl. SSS / soccorritrice dipl. SSS. Inoltre i titoli di «Rettungsassistentin / Rettungsassistent» saranno confrontati con la formazione svizzera di soccorritore ausiliario d’ambulanza / soccorritrice ausiliaria d’ambulanza. Ogni domanda continuerà ad essere valutata singolarmente e potranno essere richieste eventuali misure di compensazione.

www.precheck.ch: il nuovo portale online facile e veloce

La CRS ha creato un nuovo portale online per svolgere il PreCheck in modo rapido e semplice.

Dall’1° dicembre2018 la domanda di PreCheck può essere inoltrata tramite il portale online per un esame preliminare della documentazione. Lo scopo è accertare se la CRS sia o meno l’organismo di riconoscimento competente per il relativo titolo professionale estero. Il PreCheck è obbligatorio e avviene prima della procedura di riconoscimento vera e propria. Maggiori informazioni sono disponibili qui.

Obbligo di collaborazione nella procedura di riconoscimento 

Affinché la procedura di riconoscimento possa essere espletata in tempi rapidi è indispensabile la collaborazione dei richiedenti. Questi sono tenuti a inoltrare alla CRS per tempo e insieme al modulo di richiesta tutti i documenti rilevanti per la domanda. I documenti inoltrati in ritardo non saranno presi in considerazione e quelli incompleti e non corretti potranno ritardare la procedura stessa.

Base giuridica: legge federale sulla procedura amministrativa (PA RS 172.021)

Cambiamento della prassi per i certificati linguistici riconosciuti 

Per potere esercitare una professione sanitaria è indispensabile la conoscenza di una delle lingue ufficiali della Svizzera. Al fine di salvaguardare la qualità delle cure e la salute dei pazienti, per la procedura di riconoscimento è richiesta una competenza linguistica di livello B2.

In seguito a riscontri negativi dal mondo del lavoro in merito alle carenze linguistiche riscontrate in persone titolari di un riconoscimento, dal 1° giugno 2018 la Croce Rossa Svizzera (CRS) accetta soltanto determinati certificati linguistici. La scheda informativa sulle competenze linguistiche contiene tutte le informazioni sulle condizioni e le basi giuridiche vigenti, e una lista dei certificati riconosciuti.

NAREG ora con GLN

Dal 1° marzo 2018 tutti i professionisti del settore della salute al momento della registrazione presso il NAREG ricevono il Global Location Number (GLN). Il GLN è un identificatore di persone inequivocabile e vi si può accedere immediatamente sul sito www.nareg.ch.

Programma quadro d’insegnamento in cure infermieristiche SSS (scuola specializzata superiore) 

Dal 9.11.2016 è in vigore il programma quadro d’insegnamento modificato in cure infermieristiche SSS. In seguito alla riorganizzazione dei periodi di pratica con i loro diversi indirizzi di approfondimento sono state esaminate le eventuali conseguenze per la procedura di riconoscimento dei titoli esteri in professioni di cura specializzata, come per esempio in pediatria o psichiatria.

Dagli accertamenti svolti presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione e presso OdASanté è emerso che:

  • Secondo il punto 2.1 del PQI, le attività dell’infermiera dipl. SSS / infermiere dipl. SSS comprendono anche in futuro la cura e l’assistenza di ammalati fisici e psichici o di persone disabili in tutte le fasi della vita.
  • Sebbene sia possibile assolvere 2/3 della formazione pratica in un indirizzo di approfondimento, si tratta pure sempre di una formazione di ampio spettro in cure infermieristiche generali.
  • A prescindere dai periodi di pratica con i loro indirizzi di approfondimento, la formazione teorica tiene conto delle basi e dei contenuti delle scienze relazionali in riferimento alle cure infermieristiche generali.

La CRS può mantenere perciò la sua prassi attuale per la valutazione di titoli esteri in cure infermieristiche.

Nuovi orari di apertura del call center equipollenza collaboratrice sanitaria CRS / collaboratore sanitario CRS

Per informazioni telefoniche chiamare il numero +41 58 400 46 76 dal lunedì al venerdì, dalle ore 08.00 alle 12.00.

Cambiamento della procedura: certificato linguistico di livello B2 per formazioni di Stati terzi

Dal 1° gennaio 2017 coloro che hanno conseguito la loro formazione in uno Stato terzo (non appartenente all’UE/AELS) dovranno inoltrare un certificato linguistico di livello B2 in una delle lingue nazionali della Svizzera (italiano/francese/tedesco) già all’inizio della procedura di riconoscimento. Tale prassi è stata adeguata alle prescrizioni dell’ordinanza del 19 novembre 2002 sulla formazione professionale (OFPr; SR 412.101) e dell’ordinanza del 12 novembre 2014 (O-LPSU; SR 414.201) concernente la legge sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario svizzero. In assenza di tale certificato, al termine del PreCheck non è possibile avviare l'esame della domanda.

Chi ha conseguito la formazione in uno Stato membro dell’EU/AELS può inoltrare il certificato linguistico di livello B2 in una delle lingue nazionali della Svizzera durante la procedura di riconoscimento.

Cambiamento della procedura: misure di compensazione nel quadro della procedura di riconoscimento CRS

A partire dal 1° gennaio 2017, nel caso in cui le misure di compensazione non vengano superate per due volte (dopo la notifica della decisione parziale giuridicamente valida), non è più possibile presentare una seconda domanda di riconoscimento per lo stesso diploma professionale.

Detentori/detentrici di un’autorizzazione cantonale all’esercizio della professione

La Croce Rossa Svizzera (CRS) è responsabile per i riconoscimenti dei titoli professionali esteri in dietetica dall’inizio del 1987, in fisioterapia dal 1992 e in ergoterapia dal 1999. Secondo l’Accordo intercantonale sul riconoscimento dei diplomi scolastici e professionali (art. 12ter), le persone, che negli anni precedenti alle date sopramenzionati hanno ottenuto un’autorizzazione cantonale all’esercizio della professione, necessitano di un riconoscimento/una registrazione tramite la CRS secondo una procedura d'esame dei singoli incarti.

I costi di una procedura di riconoscimento ammontano a complessivamente CHF 730, suddivisi nella tassa di disbrigo di CHF 600 e nella tassa di registrazione nel registro nazionale delle professioni sanitarie NAREG di CHF 130. Per i rispettivi moduli e ulteriori informazioni il nostro servizio è raggiungibile telefonicamente da lunedì a venerdì dalle 08.00 alle 12.00 oppure all’indirizzo e-mail registry@redcross.ch.