Dialogo politico e cooperazione con le autorità

Tabella dei contenuti

object-commentsContatti

Fedele al suo mandato, la CRS promuove un dialogo dinamico con le autorità e con il mondo politico. L’intergruppo parlamentare Croce Rossa conta 80 membri di tutti i partiti politici.

Dialogo e fiducia

La Croce Rossa è un partner di riferimento attivo e impegnato che gode della stima del mondo politico e delle autorità, soprattutto in virtù della sua esperienza sul campo e delle sue competenze in ambito umanitario. 

La Croce Rossa difende valori importanti per la società: operare nel segno di un mondo più umano, alleviare le sofferenze in Svizzera e all’estero, promuovere la salute, tutelare la dignità umana e rafforzare la capacità degli individui di aiutare sé stessi e gli altri.

Markus Mader, direttore del CRS

Il dialogo politico della CRS è definito da criteri precisi: in virtù dei Principi di neutralità e indipendenza, per esempio, la CRS non entra mai nel merito delle votazioni popolari. Questo dialogo poggia sul Principio di umanità, il fondamento che spinge la Croce Rossa a appresentare la voce delle persone più vulnerabili.

L’intergruppo parlamentare

Nelle Camere federali, luogo di scambio e dialogo, l’intergruppo parlamentare Croce Rossa conta 80 membri di tutti i partiti politici ed è specchio della diversità culturale, linguistica e
politica della Svizzera. 

L’intergruppo parlamentare tratta i temi di competenza della CRS in Svizzera e all’estero. In particolare, si occupa di accesso alle cure, sostegno a famiglie e anziani, cooperazione allo sviluppo, aiuti umanitari, trasfusione di sangue, salvataggio e aiuti in caso di catastrofe. La newsletter «Points de vue» informa i membri dell’intergruppo prima di ogni sessione. 
Dal 2020, la copresidenza dell’intergruppo è affidata alle consigliere agli Stati Marina Carobbio e Johanna Gapany, al consigliere agli Stati Stefan Engler e alla consigliera nazionale Flavia Wasserfallen.

Il Parlamento dona sangue (video)

Una giornata dedicata alle donazioni di sangue a giugno 2021 in Piazza federale.

Ambiti di competenza

La CRS è attiva all’interno del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, la più grande rete umanitaria al mondo. Si impegna a favore dell’accesso all’acqua potabile, della promozione di misure igieniche e dei servizi igienico-sanitari. Lotta contro le malattie trasmissibili e le epidemie. La CRS è coinvolta nell’assistenza ai profughi nei Paesi d’origine o di transito. Lavora per la promozione della salute degli occhi e per la salute delle madri e dei loro bambini. Lavora per la prevenzione delle catastrofi e per la ricostruzione. La CRS interviene inoltre in caso di crisi o di catastrofi.

Dal 1951 la CRS è incaricata dalla Confederazione di garantire l’approvvigionamento di prodotti ematici nel nostro Paese.

Le Convenzioni di Ginevra sanciscono che la Croce Rossa deve garantire la promozione del diritto internazionale umanitario. La CRS si impegna pertanto nella regolamentazione dei mezzi e dei metodi bellici (armi nucleari, armi autonome, esportazione di materiale bellico). Promuove altresì il benessere e la dignità dei propri gruppi target.

La CRS offre numerose prestazioni per il sostegno delle persone in età avanzata, in particolare il Telesoccorso Croce Rossa, il servizio trasporti e il servizio visite e accompagnamento.

La CRS offre numerose prestazioni a favore dei migranti. Per esempio propone una formazione per collaboratrici e collaboratori sanitari e diversi progetti di inserimento professionale e di integrazione. L’Ambulatorio CRS per vittime della tortura e della guerra offre terapia ambulatoriale ai profughi vittime di traumi. La CRS si occupa anche di consulenza per i visti umanitari.

La CRS si impegna a favore delle persone più vulnerabili, soprattutto quelle colpite dalla povertà. Per esempio, offre aiuti finanziari individuali, un’assistenza medica per sans-papiers e negozi di seconda mano.

Le quattro organizzazioni di salvataggio della CRS – la Società svizzera per cani da ricerca e da salvataggio (REDOG), la Società Svizzera di Salvataggio (SSS), la Società Svizzera delle Truppe Sanitarie (SSTS) e Samaritani Svizzera – insegnano alle persone come prestare primo soccorso e salvare vite sia sulla terra ferma sia in acqua.

La CRS è specializzata in prestazioni nel settore sanitario. Il servizio trasporti della CRS accompagna persone anziane o malate alle visite mediche. Propone formazioni come quelle per collaboratrici e collaboratori sanitari, di accompagnamento durante le cure palliative o di sostegno ai familiari curanti. Su mandato della Confederazione, la CRS si occupa anche di registrare i titoli professionali del settore sanitario.

La CRS offre una vasta gamma di servizi per sostenere gli individui e le famiglie. In particolare, è attiva negli ambiti della formazione, della custodia di bambini a domicilio, del sostegno finanziario, dell’aiuto con i compiti, dei corsi per la gestione dei conflitti e della prevenzione della violenza nelle scuole. Inoltre il Servizio di ricerca CRS può contare sul sostegno di un’ampia rete internazionale per ritrovare familiari scomparsi in Svizzera e all’estero.

La CRS è la più grande organizzazione di volontariato del nostro Paese. Dispone inoltre di un centro
di competenze incaricato di approfondire il tema del volontariato. Il centro di competenze della CRS si occupa in particolare di nuove forme di digitalizzazione e sostiene lo sviluppo di nuove piattaforme e applicazioni. Si impegna per favorire l’adozione di misure di sostegno del volontariato da parte delle autorità. (Manifesto per la promozione del volontariato in Svizzera)

Condividi questa pagina