La CRS prepara i prossimi passi

Comunicato stampa • 21.12.2022

La Croce Rossa Svizzera (CRS) ha avviato le procedure consecutive alla separazione dal suo direttore Markus Mader. Già nel fine settimana la Commissione di controllo della gestione ha annunciato l’apertura di un’indagine. Oggi si è tenuto un incontro tra il Consiglio della Croce Rossa e il personale della Sede della CRS.

Durante un incontro interno che ha avuto luogo a Wabern, i collaboratori e le collaboratrici della Sede hanno potuto rivolgere le loro domande ai membri del Consiglio della Croce Rossa rimasti e alla presidente Barbara Schmid-Federer. Anche il comitato del personale della Sede della CRS ha presentato le domande che gli sono state trasmesse.

Nel fine settimana la Commissione di controllo della gestione (CCG) della CRS ha annunciato che avvierà un’indagine sui fatti e sui motivi che hanno portato alla separazione da Markus Mader. Guidata da Gion Claudio Candinas, vicepresidente dell’associazione cantonale della Croce Rossa del Canton Grigioni, la CCG ha il compito di vigilare il rispetto dei Principi fondamentali, della Missione e degli Statuti dell’associazione CRS nonché l’applicazione delle decisioni adottate dall’Assemblea della Croce Rossa da parte degli organi direttivi dell’associazione CRS.

Fare chiarezza a livello degli organi direttivi

Dietro alla decisione presa dal Consiglio della Croce Rossa di separarsi dal direttore Markus Mader e le simultanee dimissioni dei quattro membri del Consiglio – Dieter Widmer, Benjamin Tissot-Daguette, Aline Muller e Brigitta M. Gadient – vi è una differenza di opinioni sul modo in cui gestire i compiti, le competenze e le responsabilità in seno alla CRS. Tali questioni strategiche interne continueranno ora a essere chiarite al livello della direzione nell’insieme dell’organizzazione. Un’elezione suppletiva per eleggere i successori dei membri del Consiglio della Croce Rossa che si sono dimessi avrà luogo sabato 25 marzo 2023 nel quadro di un’Assemblea straordinaria della Croce Rossa.

Le attività operazionali continuano

Nel frattempo l’impegno a favore delle persone svantaggiate continua a essere al centro del lavoro del personale, delle volontarie e dei volontari della CRS in Svizzera e all’estero. Il 24 dicembre 2022 avrà per esempio inizio «2 x Natale», la tradizionale raccolta di prodotti per sostenere le persone colpite dalla povertà in tutta la Svizzera.

Condividi questa pagina