Header

Meta Navigation

Lingua Semplice

Main Navigation

Due donne si abbracciano calorosamente sulla soglia di una porta, rappresentando un momento di riunione intenso e ricco di emozioni.

Aiutateci a riunire le famiglie

Sono sempre più numerose le persone che si rivolgono alla Croce Rossa Svizzera (CRS) dopo avere perso i contatti con i loro cari a causa di conflitti, catastrofi naturali o altre gravi crisi umanitarie. La nostra missione consiste nel ritrovare le persone disperse procurando sollievo a chi le sta cercando.

Il vostro sostegno è essenziale per rendere ancora più efficaci le nostre attività di ricerca e infondere così speranza a coloro che vivono nell’angoscia di non sapere dove si trovino i propri cari. Il Servizio di ricerca CRS è un’offerta gratuita a disposizione di chi vuole cercare una persona cara scomparsa. È un servizio finanziato con le donazioni. Sostenere il Servizio di ricerca CRS significa infatti contribuire in maniera significativa alla riunificazione di intere famiglie e al ripristino dei contatti brutalmente interrotti. La vostra solidarietà può cambiare la vita di molti. 

Avete bisogno di aiuto?

State cercando una persona cara? Troverete ulteriori informazioni su come procedere alla pagina «Ricerca di persone scomparse».

Ricerca di persone scomparse

Donare

Riunire le famiglie

Negli ultimi anni, il numero delle persone segnalate come disperse è aumentato in modo significativo. Ogni donazione effettuata ci permette di rendere le nostre ricerche ancora più efficaci, offrendo speranza e sostegno alle famiglie che attendono con ansia notizie dei loro cari.

Vorrei donare unica .
CHF60
(attivo)
CHF120
CHF175
CHF
Donare

I frutti della vostra solidarietà

L’angoscia di non sapere dove si trovino i propri familiari e se addirittura siano ancora in vita affligge migliaia di persone. Il vostro aiuto ha un effetto concreto perché permette di:  

  • ricercare persone e risolvere casi di scomparsa  

  • ristabilire i contatti tra familiari 

  • fornire sostegno emotivo e sociale 

  • fornire assistenza giuridica e amministrativa 

  • offrire pace e stabilità alle famiglie coinvolte 

Una ragazza con uno sguardo malinconico tiene delicatamente una fotografia in una camera da letto. Dietro di lei, una donna adulta è seduta pensierosa sul bordo di un letto, avvolta in un'atmosfera di nostalgia.

Il vostro sostegno fa la differenza

0CHF

Con 60 franchi: permetti una ricerca tramite la nostra piattaforma di ricerca online.

0CHF

Con 120 franchi: sostieni il nostro lavoro di ricerca all’estero.

0CHF

Con 175 franchi: contribuisci alla riunione di famiglie e a ricostruire l’esistenza di molti.

Il Servizio di ricerca CRS effettua ricerche in tutto il mondo

150 anni di ricongiungimento familiare tramite il Servizio di ricerca della Croce Rossa

Ricercare persone scomparse e ristabilire i legami familiari sono da sempre una delle principali attività della Croce Rossa Svizzera, del Movimento della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa.. Nel corso degli ultimi 150 anni non abbiamo mai smesso di cercare persone di cui si erano perse le tracce. 
Il Servizio di ricerca CRS e il servizio specializzato Ricongiungimento familiare rivestono un ruolo cruciale in questo ambito, facendo sì che intere famiglie separate da tragiche circostanze possano riabbracciarsi. Grazie al vostro sostegno possiamo andare al di là della semplice ricerca attiva: possiamo offrire un servizio completo a chi sta affrontando il dolore di una separazione. Raccogliamo informazioni essenziali e lavoriamo intensamente per chiarire le sorti dei dispersi. 

Nicole Windlin, responsabile del servizio di ricerca della Croce Rossa svizzera, è in piedi davanti a un'imponente affresco storico della Croce Rossa svizzera.
Il non sapere che fine abbia fatto un proprio caro causa una particolare forma di sofferenza. Le persone coinvolte sono costantemente tormentate dal pensiero di cosa ne sia stato di lui o di lei o dalle ragioni che hanno portato a perdere i contatti. Vacillano continuamente tra speranza e disperazione. Sarà ancora in vita oppure no? Senza una risposta chiara è molto difficile andare avanti con la propria vita

Nicole Windlin, responsabile del Servizio di ricerca CRS

Famiglie riunite

Le storie di Imelda e Hassan dimostrano quanto il lavoro del Servizio di ricerca CRS possa davvero cambiare la vita di una persona. Aiutando i parenti a ritrovare i propri cari, la CRS trasforma le loro esistenze e colma il vuoto scavato da anni di separazione e incertezza.

  • La storia di Hassan, fuggito dall’Afghanistan: All'età di 17 anni, Hassan si trova su un percorso difficile e solitario, avendo lasciato a 15 anni il suo paese natale, l'Afghanistan, dilaniato da guerre e conflitti. La sua esperienza tragica e toccante è quella di molti giovani afghani che cercano di raggiungere la Svizzera nella speranza di mettersi al sicuro e costruirsi una vita migliore.

  • La toccante storia di Imelda Morard: Imelda Morard, data in affidamento quando era ancora molto piccola, ha vissuto gran parte della sua vita con un grande vuoto nel cuore. A 67 anni, grazie all’aiuto del Servizio di ricerca della CRS, la donna è riuscita a fare luce sulle sue origini. È stata un’esperienza molto toccante che è iniziata con delle ricerche difficili e si è conclusa con un incontro inatteso e pieno di emozione insieme a una nipote.

Il vostro sostegno: essenziale per la ricerca di persone scomparse

Ogni donazione che effettuate permette di potenziare il nostro lavoro, poiché finanzia le nostre ricerche e sostiene le famiglie che si rivolgono a noi. Il vostro contributo è essenziale: fa sì che le famiglie possano riabbracciarsi e ritrovare il sorriso oppure offrono loro un sostegno prezioso quando ricevono una cattiva notizia.

I nostri professionisti forniscono un accompagnamento emotivo e sociale oltre a prestare assistenza giuridica e amministrativa. Effettuare una donazione oggi può essere il fattore decisivo che consentirà a una famiglia di ritrovare la pace e la serenità. 

Scena toccante di riunione familiare: un uomo solleva gioiosamente una donna tra le sue braccia, mentre due altre donne visibilmente commosse le circondano. Sullo sfondo, un piccolo aereo con il simbolo ben visibile della Croce Rossa.
Una giovane ragazza nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo è stata riunita con i suoi genitori dopo essere fuggita dai combattimenti nel suo villaggio. È stata appena rimpatriata dalla CRI. Foto Pascal Nepa.

Non esitate a contattarci in caso di domande

Julian Macchi e il suo team del servizio donatori saranno lieti di rispondere alle vostre domande. Chiamateci o inviateci una e-mail.

Condividi questa pagina