Familiari curanti: un apprendimento reciproco

Tabella dei contenuti

Reportage • 7.10.2022

Quattro associazioni cantonali della Croce Rossa organizzano incontri destinati a chi assiste familiari affetti da demenza. Eugen Kiener, che si occupa dei genitori novantenni, ha partecipato a diverse giornate organizzate a Olten.

Testo: Evelyne Monnay | Foto: Susanne Goldschmid

Dai Kiener l’impegno sociale è di casa. Eugen Kiener (padre e figlio hanno lo stesso nome), che oggi ha 90 anni, è stato sindaco di Fulenbach, nel Canton Soletta. È qui che, tra i banchi delle elementari, ha incontrato la coetanea Lucie, che sarebbe diventata sua moglie. Grazie all’aiuto del figlio, oggi la coppia può continuare a vivere nella casa di famiglia.

Eugen Kiener figlio, 67 anni, ha lavorato per i Samaritani Svizzera. È andato in pensione anticipata a 61 anni e col tempo ha iniziato a far visita ai genitori sempre più spesso.

Di questi tempi va a trovarli in bici fino a quattro volte a settimana e passa tutta la giornata con loro: si occupa del giardino, fa la spesa, salda le fatture con la madre, toglie al padre le calze antitrombo e, quando serve, gli applica un bendaggio.

«Senza mio figlio non potremmo più vivere qui».

Incontri con altri familiari curanti

Eugen Kiener ha partecipato al corso sulle cure e l’aiuto ai familiari della Croce Rossa del Canton Soletta. Queste le sue parole:

Non tutti i familiari curanti che ho conosciuto al corso venivano da una situazione positiva come la mia, sia dal punto di vista finanziario, che dello stress fisico e mentale.

Eugen Kiener, familiare curante

La maggior parte dei partecipanti erano donne e alcune di loro si trovavano in una situazione difficile. Eugen Kiener ricorda un’ottantenne a cui il marito diceva: «Non ho bisogno dello Spitex, basti tu a prenderti cura di me».

Alcune cifre

0

familiari curanti

circa in Svizzera

0

di donne

Oltre la metà dei familiari curanti sono donne.

0

età dei familiari curanti

La maggior parte dei familiari curanti ha tra 46 e 65 anni e si occupa dei propri genitori.

Le reti di caregiver

Il corso seguito da Eugen Kiener fa parte degli incontri per familiari curanti della Croce Rossa Svizzera offerti dalle cosiddette «reti di caregiver».

Esistono in quattro Cantoni e offrono uno spazio di discussione a persone che si trovano nella stessa situazione.

Johnson & Johnson

Johnson & Johnson sostiene l’aiuto ai familiari curanti della Croce Rossa Svizzera.

Conoscere la demenza

Durante gli incontri gli specialisti forniscono anche conoscenze utili. Il corso ha per esempio insegnato a Eugen Kiener che non bisogna far notare alla persona assistita le sue debolezze, come il fatto di ripetere le stesse domande.

È stato anche incoraggiato a prendere del tempo per sé. Negli ultimi mesi è già riuscito a concedersi due settimane per viaggiare, e i genitori l’hanno accettato di buon grado.

«Ho bisogno anche di tempo per me».

Consigli per i familiari curanti

Autrice: Yvonne Ingold, infermiera specializzata in cure intense e formatrice per adulti diplomata, responsabile del settore Formazione della CRS del Canton Soletta

Condividi questa pagina