16. Novembre 2020

Riscaldamento globale

World Disasters Report 2020: coronavirus e cambiamento climatico

Con la pubblicazione del Rapporto sulle catastrofi nel mondo del 2020, l’IFRC lancia l’allarme: in quest’anno di pandemia le catastrofi naturali hanno continuato a presentarsi stravolgendo la vita di milioni di persone. Non c’è più tempo da perdere.

La pandemia di coronavirus ci ha mostrato quanto siamo vulnerabili di fronte a una catastrofe su scala mondiale. Ma oltre a questo nuovo virus, da qualche decennio c’è un altro fenomeno sempre più evidente e che minaccia l’intero pianeta: è il cambiamento climatico, una realtà che ogni anno provoca migliaia di vittime e stravolge le esistenze di milioni di persone. Nel 2019 oltre 300 catastrofi naturali hanno colpito circa 98 milioni di abitanti e mietuto più di 24 000 vittime. Il 77 per cento di questi disastri sono legati a fenomeni climatici e meteorologici, i quali, senza un intervento immediato, non faranno che aumentare negli anni a venire.

Catastrofi in aumento

I fenomeni climatici estremi si stanno facendo sempre più frequenti e intensi: tempeste di categoria 4 e 5 sempre più numerose, ondate di caldo record e piogge torrenziali, per citare solamente alcuni di essi. Altri trend in crescita sono la perdita di risorse naturali, la mancanza di sicurezza alimentare, gli effetti diretti e indiretti degli eventi estremi sulla salute e le migrazioni. Sono inoltre sempre di più le comunità colpite da catastrofi simultanee o consecutive che non lasciano alla popolazione il tempo di riprendersi prima dell’arrivo del prossimo disastro. La Federazione internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC) chiede un intervento immediato e auspica azioni concrete per lottare contro gli effetti del cambiamento climatico.

Proposte di interventi

Di fronte a questa situazione di emergenza, il Rapporto sulle catastrofi nel mondo del 2020 dell’IFRC formula delle raccomandazioni rivolte ai governi, alle organizzazioni umanitarie, di sviluppo, climatiche e ambientali nonché ai donatori, evidenziando che il cambiamento climatico è una sfida per l’umanità di entità ancora maggiore rispetto al coronavirus.

Il rapporto indaga i rischi di disastri naturali legati al cambiamento climatico e passa in rassegna le misure necessarie per affrontarne le conseguenze sugli abitanti del pianeta. Tra le diverse proposte figurano lo sviluppo della sostenibilità ambientale, la definizione di politiche intelligenti per gestire il rischio di catastrofi climatiche, il rafforzamento della resilienza delle popolazioni e il finanziamento di politiche ambientali efficaci.