Armenia

Armenia: una strategia per la terza età

In Armenia il massiccio esodo di giovani sta causando un rapido aumento dell’età media della popolazione. La povertà è molto diffusa e gli abitanti in età avanzata sono spesso abbandonati a se stessi. La Croce Rossa Svizzera si prodiga per aiutarli e rafforza la Croce Rossa Armena.

L’Armenia, situata nel sud del Caucaso, è la più piccola della ex repubbliche sovietiche. Il numero degli abitanti ammonta a tre milioni, mentre quello degli armeni nel mondo (in particolare in Russia, Francia e Stati Uniti) è stimato a cinque-sei milioni. I flussi migratori da e verso il vicino Azerbaigian rappresentano una vera e propria sfida per questo piccolo paese.

Qui l’indigenza è largamente diffusa. Nel 2015, il 30 percento della popolazione viveva sotto la soglia di povertà. Ne sono colpiti in particolare gli anziani, in gran sovrannumero rispetto ai giovani a causa della massiccia emigrazione degli armeni attivi, che spesso sono rimasti soli; oltre il 40 percento delle donne tra i 60 e i 64 anni sono vedove.

Strategia per la terza età e gruppi di auto-aiuto

Per affrontare le sfide legate all’invecchiamento della popolazione, l’Armenia ha sviluppato per prima un piano d’azione per la terza età. La Croce Rossa Svizzera (CRS) opera nel paese sostenendo progetti locali di auto-aiuto che consentono agli anziani di rimanere attivi anche in età avanzata. I gruppi di auto-aiuto promuovono gli interessi, i diritti e le esigenze degli anziani, anche dinnanzi alle autorità. A ciò si aggiungono campagne di informazione per sensibilizzare la popolazione sul tema della vecchiaia.

Le cure a domicilio promuovono l’autonomia

In due regioni la CRS aiuta inoltre la Croce Rossa Armena a creare un servizio di cure e assistenza a domicilio: assistenti certificate si recano a casa di persone malate, anziane e disabili per fornire loro le cure necessarie e occuparsi di alcune faccende domestiche. Questa prestazione permette ai beneficiari di trascorrere i loro ultimi anni di vita dignitosamente in casa propria, rimanendo autonomi fin quando possibile. Affinché il progetto assuma una dimensione duratura, il servizio viene al momento integrato nel sistema sanitario nazionale.

Le mense popolari migliorano lo stato di salute

In Armenia gli anziani percepiscono una pensione che però spesso non è sufficiente a coprire le loro necessità primarie. Ricevere pacchi di alimenti o i pasti delle mense popolari rappresenta per loro un vero e proprio sostegno economico. In quattro regioni la CRS porta avanti insieme alla Società consorella armena un progetto che prevede la distribuzione ai beneficiari di un pasto caldo al giorno dal lunedì al venerdì.

Una Croce Rossa Armena forte

Realizzare tutte queste attività richiede un’ottima organizzazione sul posto. Per questo motivo la CRS aiuta la Croce Rossa Armena a sviluppare le sue risorse organizzative, la raccolta di fondi e la formazione. Anche le sezioni locali vengono rafforzate.