Cure mediche di base

Garantire l’assistenza sanitaria di base

La Croce Rossa Svizzera (CRS) è presente in una trentina di paesi in Africa, Asia, America latina ed Europa dell’Est, dove si occupa soprattutto di promozione della salute dei gruppi di popolazione più svantaggiati, in particolare le donne e i bambini. In questo senso, la CRS sostiene le strutture a bassa soglia e incoraggia le iniziative volte a migliorare la prevenzione delle malattie.

Il divario tra nord e sud, ricchi e poveri si fa sempre più ampio. Le malattie infettive come tubercolosi, malaria e HIV/Aids minacciano le popolazioni dell’emisfero sud mietendo ogni anno quasi quattro milioni di vittime. Povertà e malnutrizione compromettono la salute: in tutto il mondo un bambino su quattro soffre di denutrizione cronica e ogni anno sono oltre 300 000 le donne che muoiono per le complicazioni di una gravidanza o del parto. Migliorando le condizioni di vita di queste donne che vivono soprattutto nelle regioni rurali, si produrranno effetti positivi sul benessere delle famiglie e delle comunità.

Nei Paesi del sud la CRS sostiene la costruzione di ambulatori, piccoli ospedali e strutture per l’approvvigionamento di acqua potabile. Insegna al personale locale a prevenire e curare le malattie più diffuse, integrando per quanto possibile la medicina classica con la medicina tradizionale. Forma operatori sanitari e levatrici affinché divulghino nelle comunità le loro conoscenze in materia di alimentazione, igiene, pianificazione familiare, screening prenatali e pediatria. La CRS si impegna inoltre nella prevenzione e nella cura della cecità legata alla povertà. In Africa e in Asia si batte soprattutto contro l’Aids.

Elementi dell’assistenza sanitaria di base

  • Promozione ed educazione alla salute: igiene, acqua potabile, servizi igienici, alimentazione (orti domestici, alimentazione equilibrata, integratori), pianificazione familiare, protezione dell’ambiente.
  • Prevenzione: assistenza sanitaria a madri e bambini (controlli durante la gravidanza e per i neonati, ostetricia, campagne di vaccinazione, prevenzione dei tumori), prevenzione e lotta alle malattie infettive (ad es. malaria, HIV/Aids, tubercolosi, diarrea, colera o Ebola), promozione di uno stile di vita sano per prevenire le malattie non trasmissibili (ad es. diabete).
  • Assistenza infermieristica curativa: pronto soccorso, trattamento di malattie diffuse, lotta alle epidemie, impiego responsabile di farmaci essenziali, informazione e accompagnamento nei centri sanitari di pazienti gravi e donne con gravidanze a rischio.
  • Promozione e applicazione di rimedi tradizionali.