Nepal

Cure oftalmiche e prevezione delle catastrofi sull’Himalaya

Ricostruzione, prevenzione delle catastrofi, approvvigionamento idrico, campagne sanitarie e cure oftalmiche: la CRS si impegna in Nepal per migliorare le condizioni di vita dei gruppi di popolazione più svantaggiati.

Sono ormai passati molti anni dalla fine della guerra civile, ma nello Stato himalayano il progresso economico e sociale stenta a ripartire. A ciò si aggiungono le drammatiche conseguenze delle due scosse di terremoto del 2015, che hanno gravemente danneggiato le infrastrutture e penalizzato l’economia. La maggior parte della popolazione nepalese vive in condizioni di povertà estrema. Sono numerosi i giovani che, alla ricerca di un’opportunità di guadagno, abbandonano i loro villaggi per tentare la fortuna in città o addirittura all’estero, come nei paesi arabi, in India o persino oltreoceano.

Acqua pulita e campagne informative per promuovere la salute

La Croce Rossa Svizzera (CRS) è presente nella Midwest Region già da molti anni. In quest’area montagnosa l’accesso all’acqua potabile è spesso limitato e con l’aiuto degli abitanti locali la CRS sta costruendo tubature e fontane. Questa è anche l’occasione per spiegare alle persone l’importanza dell’igiene per la salute. La CRS sostiene e incoraggia le famiglie a costruire servizi igienici, per quanto semplici e rudimentali. Grazie al miglioramento del livello di igiene e all’accesso all’acqua pulita il numero casi di dissenteria spesso mortali è drasticamente sceso. Per ridurre il tasso di mortalità materno e infantile la Croce Rossa si reca nei villaggi, dove informa la popolazione sui controlli da fare in gravidanza, sui principi di una sana alimentazione e sulla cura di neonati e bambini piccoli.

Impegno per ridurre la cecità dovuta alla povertà

Da numerosi anni la CRS si impegna anche per ridurre l’elevato tasso di cecità dovuto alla povertà formando i medici oculisti locali, gli assistenti in oftalmologia e il personale curante. In vaste zone del Nepal i collegamenti sono pressoché inesistenti e molte strade versano in cattivo stato. Per questo è difficile raggiungere gli insediamenti più remoti. La CRS organizza insieme alla Croce Rossa nepalese degli ambulatori mobili di oftalmologia che si recano in scuole e villaggi per eseguire controlli alla vista e diagnosticare e curare tempestivamente eventuali patologie. Grazie alla creazione della clinica oculistica di Surkhet, costruita e finanziata dalla CRS, l’offerta di cure nella regione ha potuto essere notevolmente ampliata. Inaugurata nel 2017 e concepita per funzionare in maniera autosufficiente, la clinica ha registrato in poco tempo il tutto esaurito. Presso la clinica e gli ambulatori mobili che gestisce vengono eseguiti ogni anno circa 1500 interventi di cataratta che permettono ai pazienti di recuperare la vista.

Prevenzione delle catastrofi e ricostruzione

Le catastrofi naturali e gli eventi metereologici estremi rendono ancora più difficile la vita degli abitanti. Durante la stagione delle piogge diversi villaggi vengono sistematicamente inondati e molte persone si trovano senza un tetto sulla testa e privati dei mezzi di sussistenza. Nelle zone più a rischio la CRS migliora la prevenzione delle catastrofi, ad esempio formando giovani volontari affinché prestino i primi soccorsi in caso di emergenza, allertino la popolazione e organizzino l’evacuazione. Per mettere i villaggi al riparo dalle inondazioni, si costruiscono dighe e si rinforzano i ponti. Gli abitanti, inoltre, predispongono insieme delle scorte di emergenza, fondamentali perché a causa di un evento estremo il raccolto può essere rovinato o andare completamente perduto.

In caso di catastrofi la CRS partecipa anche agli aiuti di emergenza e alla ricostruzione, come ad esempio dopo le spaventose scosse di terremoto che in aprile e maggio del 2015 hanno colpito la capitale Katmandù e la regione nordorientale del Paese. La CRS, che ha riparato condutture dell’acqua e latrine scolastiche e formato oltre 700 operai nel campo dell’edilizia antisismica, partecipa attualmente alla ricostruzione di alcune scuole in collaborazione con Caritas Svizzera.

Prevenzione dell’Aids

La migrazione economica è uno dei motivi all’origine della sempre maggiore diffusione dell’Aids in Nepal. In collaborazione con le autorità, la Croce Rossa nepalese esegue test di sieropositività nelle regioni più difficilmente raggiungibili. I pazienti si organizzano in gruppi di autoaiuto e promuovono la divulgazione delle informazioni. Nel caso di pazienti sprovvisti di mezzi la Croce Rossa si assume i costi del trasporto per la terapia.

Geografische Lage