Bolivien

Condizioni migliori per le famiglie indigene

In Bolivia la Croce Rossa Svizzera (CRS) collabora a stretto contatto con le organizzazioni locali e migliora la salute nelle regioni isolate.

Con un passato segnato da blocchi e disordini politici, come accaduto dopo le controverse elezioni presidenziali del 2019, questo Paese latinoamericano affronta oggi le conseguenze di un cambio di regime forzato e, più di recente, della crisi legata al coronavirus – questioni che hanno mandato in fumo le conquiste sociali ed economiche degli ultimi anni. La conseguenza è un drammatico aumento della miseria: oltre il 40 per cento degli abitanti vive al di sotto della soglia di povertà e molti bambini soffrono di malnutrizione.

Nel dipartimento di Chuquisaca, situato nel sud-est del Paese, la CRS lavora per migliorare la salute nelle zone più discoste e svantaggiate. Per raggiungere questo obiettivo collabora mano nella mano con organizzazioni locali e con le autorità sanitarie. Il suo programma include oltre 100 villaggi, nei quali viene potenziata l’offerta di prestazioni mediche, promosso uno stile di vita sano e migliorate, insieme alla popolazione locale, la tutela della natura e, di conseguenza, le condizioni di vita. Oltre a ciò la CRS aiuta le organizzazioni indigene a far valere i loro diritti.

Prevenire i danni delle catastrofi naturali e prestare soccorsi

In Bolivia la popolazione rurale è continuamente colpita da disastri naturali quali siccità, inondazioni e incendi. Insieme alla Croce Rossa Boliviana e a organizzazioni locali, la CRS fornisce alle famiglie povere generi alimentari, acqua potabile e farmaci. Allo stesso tempo prepara gli abitanti a proteggersi meglio da eventuali catastrofi. Vengono così formati comitati nei villaggi, migliorate le conoscenze sulle possibili minacce e messe in atto semplici misure di protezione. In questo modo cresce all’interno delle comunità l’importanza attribuita alla prevenzione dei rischi.

Assistenza sanitaria nelle zone rurali

Nelle regioni isolate la CRS lavora insieme alle autorità locali per migliorare l’assistenza sanitaria. Fra i principali obiettivi vi è fornire agli abitanti dei villaggi un più facile accesso ad ambulatori e centri sanitari. Con il sostegno della CRS e di operatori sanitari volontari, il personale medico presta primo soccorso, cura i disturbi più diffusi quali malattie respiratorie e diarroiche, visita le donne incinte e i bambini piccoli e trasferisce nelle strutture sanitarie più vicine i malati gravi. Un ruolo importante è rivestito anche dall’istruzione in materia di igiene, alimentazione, pianificazione familiari e contraccezione al fine di ridurre anche il numero di gravidanze tra le minorenni, ancora oggi molto frequenti. La CRS aiuta infine il personale dei centri ad applicare con efficacia le disposizioni fissate dalla politica sanitaria nazionale.

Nei programmi della CRS in Bolivia acquista infine sempre più importanza la collaborazione con le scuole, incentrata principalmente sulla presa di coscienza e sulla prevenzione.

Medicina tradizionale

In Bolivia la medicina tradizionale completa quella occidentale. La Croce Rossa collabora con guaritrici, guaritori e levatrici locali a cui impartisce corsi. Coltivando e utilizzando le piante medicinali si preserva inoltre una parte delle tradizioni culturali indigene.

Partner più forti

La CRS aiuta infine le organizzazioni locali a diventare più forti formando i collaboratori in ambiti quali la gestione di progetto, la contabilità e l’amministrazione. Così facendo viene migliorata anche la collaborazione con gli ambulatori e i centri sanitari, che si riflette a sua volta in una migliore offerta di cure e prevenzione. La CRS aiuta anche la sua Società consorella boliviana a elaborare una nuova strategia.