Specialità dal Togo

Sughi per tutti i gusti

Le pietanze tipiche togolesi consistono in una purea accompagnata da un buon sugo. La preparazione è semplice, più complicato è saper mangiare come si deve utilizzando le mani al posto delle posate. Vi va di provare?

Ricetta

Gboma Dessi: sugo agli spinaci con arachidi

Ingredienti per 4 persone:
250 g di polenta (bianca)
3 cucchiai di olio
500 g di spinaci (freschi o surgelati)
3 cucchiai abbondanti di burro di arachidi
2 cipolle sminuzzate
2 spicchi d’aglio spremuti
1 dado da cucina
peperoncini verdi a piacere
3 cucchiai di concentrato di pomodoro
2 cm di zenzero fresco
sale e pepe

Preparazione
Preparare la polenta seguendo le indicazioni sulla confezione. Lavare gli spinaci, sbollentarli in acqua salata e tagliarli grossolanamente mettendo da parte 2 dl di acqua di cottura. Rosolare la cipolla, l’aglio e lo zenzero in un po’ d’olio, sfumare con l’acqua di cottura e aggiungere il dado, il concentrato di pomodoro, i peperoncini sminuzzati e il burro di arachidi. Cuocere a fuoco medio per 15 minuti mescolando di tanto in tanto. Aggiungere gli spinaci e aggiustare di sale e pepe. Finire di cuocere per altri 10 minuti. Al sugo di spinaci si possono aggiungere anche melanzane, pomodori o ocra.

Manioca, igname e farina di mais bianco, cucinati a mo’ di purè o polenta, costituiscono l’alimento di base della cucina togolese e vengono serviti insieme a una grande varietà di sughi. A tavola niente posate: le pietanze si mangiano esclusivamente con le mani utilizzando solo tre dita della mano destra.

L’infinità di sughi alla base della cucina quotidiana togolese si sposa a meraviglia con vari cibi fra cui il pollo, il pesce, il granchio e i gamberetti. Fra le salse più tipiche ritroviamo quella al pomodoro e quella alle arachidi. Molto amato è soprattutto il Gboma Dessi, un intingolo di spinaci e arachidi pestate nel mortaio. Lo assaggiamo nel villaggio di Kpakparakpade, dove il pasto è cucinato in un piccolo forno a carbone all’aperto. In 45 minuti il forno è caldo, gli spinaci lavati, le arachidi pestate e l’Akoumé – la polenta bianca che mangeremo come contorno – è pronta.

Volete provare a gustare il Gboma Dessi come se foste davvero in Togo? Allora utilizzate tre dita della mano destra per formare delle polpettine di Akoumé che andrete poi a intingere nel sugo. Attenti però a non scottarvi!