Ashak - tipici ravioli afghani

Sapori d'oriente

Abbiamo chiesto a uno dei nostri collaboratori di parlarci del suo piatto preferito. Questa volta è toccato al nostro esperto in cooperazione internazionale Thomas Gurtner. Di piatti ne ha provati tanti, ma non ha dubbi su quale sia il suo preferito.

Gli ashak, tipici ravioli afghani
Ingredienti per 4 persone

Ravioli
1 confezione di sfoglia di wonton già tagliata
4 porri
1-2 cucchiai di aneto fresco sminuzzato
Sale e pepe
2 cucchiai di olio di oliva

Salsa
2 cucchiai di olio di oliva
1 scatola di passata di pomodoro
1 melanzana tagliata a cubetti
2 cipolle tritate finemente
4 spicchi d’aglio tritati
4 cucchiai di lenticchie rosse
1 cucchiaino di paprica
¼ di cucchiaino di curcuma
¼ cucchiaino di cumino in polvere
Mezzo mazzetto di prezzemolo tritato
Sale e pepe

Salsa allo yogurt
1 vasetto di yogurt bianco
1 spicchio d’aglio
Menta essiccata

*Disponibile nel reparto surgelati dei negozi di cucina asiatica. Lasciarla scongelare prima dell’uso. In alternativa usare della sfoglia di pasta fresca.

Preparazione
Salsa allo yogurt
: schiacciate lo spicchio d’aglio nello yogurt, mescolate per bene e riponetelo per il momento in frigo. Ripieno: lavate i porri e tagliateli a pezzetti a mano o con un mixer. Aggiungete l’aneto tritato. Fate scaldare un po’ di olio in una padella e fatevi soffriggere il porro fin quando non diventa tenero. Aggiustate di sale e pepe. Salsa: fate scaldare un po’ d’olio in un’altra padella e aggiungete tutti gli ingredienti tritati per la salsa tranne il prezzemolo. Coprite e fate cuocere a fuoco lento mentre passate alla farcitura dei ravioli. Cominciate quindi disponendo il porro nella sfoglia di wonton, inumidite un po’ i lati e richiudetelo bene a formare un triangolo. Se state usando della sfoglia di pasta, tagliate dei quadrati di circa 9 cm. Poi, se state usando la sfoglia di wonton, fate cuocere i ravioli in un cestello per vaporiera finché non diventano un po’ trasparenti; nel caso della sfoglia di pasta, lasciateli invece cuocere in acqua salata quasi bollente per 5 minuti. In seguito aggiustate di sale e pepe la salsa al pomodoro e melanzane e aggiungete il prezzemolo. Al momento di servirli disponete i ravioli su un vassoio cospargendoli prima di salsa al pomodoro e melanzane e poi di quella allo yogurt e aglio. Aggiungete infine una spolverata di menta essiccata sulla salsa allo yogurt. Per la ricetta tradizionale a base di carne, sostituite le melanzane e le lenticchie rosse con carne macinata di agnello.

Il nuovo capo della Cooperazione internazionale, ha girato il mondo in lungo e largo; per oltre 30 anni ha diretto importanti programmi di sviluppo in quattro continenti e ha vissuto in 15 Paesi. La Nuova Zelanda è diventata la sua seconda casa.

Ma sebbene sia stato a contatto con tante culture, non ha un attimo di esitazione quando gli viene chiesto qual è il suo piatto preferito: per lui, gli ashak non conoscono rivali. Li ha provati per la prima volta nel 1991 alla mensa dell’ospedale del CICR. «All’epoca dirigevo l’ufficio del CICR di Quetta, al confine con l’Afghanistan, dove prestavamo cure ai feriti di guerra afghani».

Purtroppo qui in Svizzera, e in Europa in generale, non ci sono molti ristoranti afghani, ma questo non è che un motivo in più per cimentarsi a preparare questo piatto fresco e leggero. «Mi piace soprattutto la variante vegetariana, di solito condita con una salsa allo yogurt a cui la menta conferisce un sapore inconfondibile», racconta con entusiasmo Thomas Gurtner.

Non appena li avrete provati, vi chiederete subito come mai questa prelibatezza non sia già diventata popolarissima al pari dei momo e degli involtini primavera.