Ricette di Ecuador

Pesce cotto in foglie di banano

Nella regione amazzonica si usa cuocere il pesce avvolto nelle foglie. Sì, proprio così. Gli indigeni non hanno tavoli e con il cibo preparato in questo modo non c’è bisogno di piatti.

Ricetta
Maito de Tilapia (pesce cotto in una foglia)

Ingredienti
3 cucchiai di olio
1 cipolla affettata in modo sottile
Facoltativo: dadini di pomodoro
1 cucchiaio di spezie sudamericane o messicane
Sale
Pepe
4 filetti di pesce a piacere con marchio Bio oppure MSC
4 foglie di banano (disponibile nei negozi di prodotti asiatici) o fogli di alluminio

Preparazione
Maito significa preparazione di cibi avvolti in grandi foglie. Mescolare bene olio, cipolla, pomodoro, spezie, sale e pepe. Preparare i pacchetti per il pesce: pulire le foglie di banano con uno strofinaccio pulito e umido e porre un filetto di pesce su ogni foglia, quindi insaporire con le spezie. Piegare le foglie sul pesce e formare dei pacchetti. Fissare ogni pacchetto con degli stuzzicadenti o legare con spago da cucina. Grigliare nel forno: porre una teglia nella metà inferiore e una griglia nella metà superiore del forno preriscaldato a 240 gradi (calore solo nella parte superiore o grill). Mettere i pacchetti sulla griglia calda e fare cuocere per 10 minuti. Per la preparazione sulla carbonella, sul grill a gas o elettrico: fare cuocere cica 10 minuti a calore medio senza girare i pacchetti.

Per la terza volta in tre giorni si mangia maito de tilapia. Non è di certo un fatto eccezionale, in quanto molti abitanti della regione amazzonica vivono di pesca. Qui si cucina sul fuoco all’aperto, poiché in queste zone remote nel cuore della foresta vergine molto raramente c'è l'elettricità. Il pesce tilapia viene salato leggermente, poi avvolto in una foglia di yaki-panga o di banano e quindi cotto sul fuoco. Questa preparazione, tipica dell'est dell'Ecuador, conferisce al pesce una nota saporita e aromatica. Le foglie servono anche da piatto: una soluzione pratica ed ecologica, in quanto non si producono rifiuti, e anche economica per la popolazione sfavorita di questa regione amazzonica. La presentazione è senz’altro suggestiva.

Il pesce così preparato viene tradizionalmente accompagnato da manioca e limone, talvolta anche da un po' di pomodoro e cipolla. «Mi piace ancora molto, anche se è la terza volta di seguito che lo mangio», dice Linda Fäh, ambasciatrice della Croce Rossa Svizzera (CRS) in visita a uno dei programmi dell’organizzazione in Ecuador. «Ma la manioca non è uno dei miei cibi preferiti», aggiunge ridendo. La radice commestibile è molto diffusa in Sudamerica, ma senza sale e senza condimento non ha molto gusto. «Anche se la manioca non mi piace, l'ospitalità delle persone che ho incontrato nel mio viaggio nella regione amazzonica è straordinaria. Mi hanno accolta a braccia aperte e mi hanno fatto conoscere la loro cultura e le loro tradizioni. In ogni momento si percepisce la loro immensa gratitudine per l’aiuto che ricevono dalla CRS», dice Linda Fäh mentre si gusta il suo terzo pesce.