Ricetta di Laos

Kin khau läo boo? Avete già mangiato?

Durante il viaggio per i donatori in Laos, ho avuto il piacere di accompagnare un gruppo di persone alla scoperta dell’opera della CRS e della cultura di questo paese. Per le famiglie locali condividere il momento del pasto è molto importante, ma cosa contraddistingue la loro cucina?

RICETTA

Kai Kua Sikay – Pollo alla citronella

Ingredienti per 4 persone
3 cucchiai di olio da cucina
6 steli di citronella*
1 cipolla
5 radici di galanga*
5 foglie di kaffir lime*
5 scalogni
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaino di zucchero
500 g di pollo a cubetti
1 peperone verde
1 piccolo cavolfiore
1 broccolo
Germogli di bambù in scatola* (facoltativo)
250 ml di latte di cocco
2 cucchiaini di salsa di pesce*
¼ di cucchiaino di pasta di fagioli di soia*
1 cucchiaino di salsa di ostriche*
1 cucchiaino di succo di lime
3 cipollotti a fettine

*in vendita negli alimentari asiatici

Preparazione
Affettare le cipolle e tagliare a pezzi le verdure. Tagliare la parte più chiara e tenera della citronella in fettine sottili (ca. 1 cucchiaio) e gli steli in pezzi di 5 cm. Sminuzzare o tritare gli scalogni e l’aglio. Riscaldare l’olio in una padella ampia, tipo wok. Rosolare tutti gli ingredienti precedentemente preparati e aggiungere lo zucchero per caramellarli. Aggiungere il pollo e le verdure, farli arrostire brevemente e aggiungere il latte di cocco. Aggiungere le spezie e le fettine di citronella e far cuocere a fuoco basso. Alla fine aggiustare di sale e aggiungere il succo di lime. Cospargere il piatto con i cipollotti affettati e servire con riso profumato.

Linda Rattana è la proprietaria del ristorante Bamboo Tree a Luang Prabang e direttrice di una scuola di cucina. «La gastronomia laotiana è contraddistinta dall’uso di spezie ed erbe aromatiche fresche», ci spiega. Il nostro corso di cucina inizia al mercato alla scoperta dei prodotti che utilizzeremo: galanga, peperoncini, cipolle, zenzero, aglio, salsa di pesce e l’immancabile citronella.

La maggior parte delle ricette sono a base di pesce, diversi tipi di verdura e ovviamente di riso, come il famoso sticky rice, che si mangia formando delle polpette con le mani. Durante il corso ci siamo dovuti ricredere sulla nostra convinzione che la cucina asiatica fosse troppo difficile ed elaborata per noi. In realtà le singole portate sono facili da preparare e molte sono pronte in una ventina di minuti, il che permette alle spezie di mantenere l’aroma e la freschezza.

Ma dato che anche l’occhio vuole la sua parte, dopo la cottura ci siamo concentrati sulla presentazione avvolgendo il pesce in una foglia di banano per poi posarlo sulle decorazioni intagliate. Una caratteristica particolare dei pasti in Laos è che tutte le portate vengono servite allo stesso tempo. Dopo aver cucinato ci siamo quindi seduti tutti insieme per assaporare orgogliosi i piatti preparati con le nostre stesse mani. Khoop tschai, Soen seep, ossia grazie mille e buon appetito!