Addetta/o alle cure sociosanitarie

Modificazione della pratica per il riconoscimento ACS

In Svizzera la professione di addetta alle cure sociosanitarie (ACS) non è regolamentata. Non esiste infatti alcuna base legale che preveda l’obbligo di possedere un diploma particolare per esercitare questa professione. Ciò significa che il titolare di un titolo di studio straniero non è tenuto a far riconoscere il proprio diploma per lavorare in Svizzera.

Quando la precedente formazione di assistente di cura esisteva ancora, la Croce Rossa Svizzera (CRS) offriva dei provvedimenti di compensazione ai titolari di attestati stranieri che richiedevano il riconoscimento del loro diploma. Durante la fase di transizione la CRS ha continuato a offrire provvedimenti di compensazione, confrontando la for-mazione straniera non più con il vecchio diploma di assistente di cura, ma con la nuova formazione di addetta alle cure sociosanitarie con certificato federale di formazione pratica (CFP).

Questa offerta temporanea è valida fino al 31 dicembre 2015. Tutte le valutazioni preliminari obbligatorie depositate entro questa data saranno trattate secondo i criteri in vigore.

Condizioni:

  • Deposito della valutazione preliminare obbligatoria entro il 31 dicembre 2015.
  • In linea di massima le misure di compensazione (tirocinio di adattamento) devono iniziare prima del 31 dicembre 2016.

Dal 1° gennaio 2016 la CRS non è più competente in materia poiché, in virtù del contratto in vigore con la SEFRI, la CRS si occupa esclusivamente delle professioni regolamentate. A decorrere da questa data le domande di riconoscimento saranno trattate dalla SEFRI, che rilascerà un’attestazione del livello conformemente all’articolo 69b dell’ordinanza sulla formazione professionale (OFPr). Tale disposizione implica che per rilasciare un’attestazione di livello la durata delle due formazioni deve essere paragonabile (in questo caso due anni di formazione).