Una celebrità al servizio della SSS

Blumenthal ce l’ha fatta

Il «Brevetto Base Pool» è la prima della serie di formazioni della SSS per i nuotatori di salvataggio. Ma questo corso alla sezione di Coira è diverso dagli altri: tra i partecipanti c’è anche Renzo Blumenthal, ambasciatore della SSS.

Il corso sta per iniziare e tra i partecipanti corre voce che anche Renzo Blumenthal, ex Mister Svizzera e il cittadino più famoso dei Grigioni, sarà dei loro. Dalla primavera del 2017 Renzo Blumenthal è ambasciatore della Società Svizzera di Salvataggio (SSS), missione che lo ha già portato in una scuola dell’infanzia come testimonial del programma «Acqua, amica mia». La scorsa estate ha inoltre preso parte alla campagna della SSS «Io sono responsabile» in collaborazione con Visana. Oggi Renzo Blumenthal, padre di quattro figli, vuole scoprire di persona come la SSS promuove la sicurezza dentro e fuori dall’acqua.

Oggi Renzo Blumenthal vuole scoprire di persona come la SSS promuove la sicurezza dentro e fuori dall’acqua. Per questo ha deciso di seguire il corso per diventare nuotatore di salvataggio.

Come una grande famiglia

Nel 2018 la SSS e le sue sezioni hanno tenuto ben 3528 corsi in tutta la Svizzera. Nonostante la presenza di una celebrità come Renzo Blumenthal, nessun cambio di programma per la monitrice principale, Marina Krebs. Parlando di sé, Marina dice di essere praticamente nata alla SSS: i suoi genitori, infatti, si sono conosciuti durante un corso, di cui il padre era monitore e la madre partecipante.

Per undici anni Marina, oggi trentenne, ha guidato il gruppo agonistico della sezione di Coira della SSS. Diventata mamma quasi due anni fa, ha deciso di ridurre un po’ il suo impegno, anche se non intende affatto rinunciare all’attività di volontariato: «Per me, la SSS è come una grande famiglia. Trasmettere la mia passione per l’acqua durante i corsi mi dà un’enorme soddisfazione».

Una passione, la sua, che traspare già durante le presentazioni e la breve introduzione teorica. Insieme a Michele Donnicola, secondo monitore, e a Flurina Risch, assistente monitrice, oggi Marina insegnerà ai 25 aspiranti nuotatori e nuotatrici di salvataggio le nozioni fondamentali della sorveglianza in prossimità dell’acqua e le principali tecniche di salvataggio.

Le tre corsie riservate nel pallone pressostatico della piscina di Coira sono perfette per le due sessioni pratiche del corso Brevetto Base Pool. Ciascuno dei due gruppi in cui sono stati suddivisi in partecipanti ha a disposizione metà corsia per gli esercizi di immersione, le tecniche di salvataggio e l’utilizzo di strumenti di salvataggio.

Un nuotatore di salvataggio famoso

Renzo Blumenthal non è diventato ambasciatore volontario della SSS per caso. «Da quando mio padre ha rischiato di annegare, 25 anni fa, mi sono sempre interessato alla sicurezza in acqua», spiega. «Inoltre, avendo quattro figli a cui piace molto nuotare, voglio sapere come comportarmi in caso di emergenza», aggiunge, accennando solo appena al fatto che così può anche mettersi al pari con Ladina, sua moglie, la quale, essendo insegnante, ha già conseguito il brevetto molto tempo fa.

Dopo pranzo la maggior parte dei partecipanti ha l’aria stanca. Marina Krebs non ne è stupita: «Sono poche le persone abituate a passare due ore di fila in acqua». Anche Renzo Blumenthal sembra provato: «Di solito dopo mangiato faccio un sonnellino. Oggi no, anche se mi sono alzato come sempre alle cinque e mezza». Agricoltore biologico convinto, l’ex Mister Svizzera si sveglia all’alba quasi tutte le mattine: «Salto giù dal letto e vado direttamente dagli animali senza prendere nemmeno un caffè!».

Il giorno del corso, a occuparsi degli animali, del negozio e dei 70 ettari di terreno dell’azienda biologica ci sono i dipendenti di Renzo, che può così concentrarsi sulla formazione. «Adesso mi sento molto più sicuro e quindi più tranquillo», sottolinea Renzo Blumenthal alla fine del corso. «Sapere come comportarsi in caso di emergenza è fondamentale!».

www.slrg.ch