Associazione Croce Rossa Svizzera

Rapporto annuale 2016

Nel 2016 oltre 61 000 volontari della Croce Rossa Svizzera (CRS) hanno prestato quasi 3 milioni di ore di lavoro. Fra questi 7600 giovani. Il loro impegno ha permesso di portare avanti numerosi progetti a favore delle persone più vulnerabili.

I volontari della CRS prestano sostegno agli anziani offrendo loro un aiuto attento e personalizzato. A Zurigo, ad esempio, dal 2016 li aiutano a spostarsi con i mezzi pubblici. Anche altrove le associazioni cantonali della Croce Rossa si impegnano in tanti modi a fianco delle persone anziane, assistendole quando vanno a fare la spesa a Neuchâtel oppure offrendo loro un servizio di lavanderia a Berna-Mittelland. L’obiettivo è sempre quello di aiutarle a restare autonome e mantenere una buona qualità di vita.

In Ticino i volontari della CRS hanno partecipato all’accoglienza e alla presa in carico dei richiedenti l’asilo minori, organizzata dalla CRS su richiesta del cantone. A Basilea-Campagna e nel cantone di Argovia accompagnano dei giovani di lingua straniera per aiutarli a familiarizzarsi con la lingua e la cultura locali. La scorsa estate è stato organizzato a Fiesch (VS) il primo campo Croce Rossa per giovani rifugiati.

La CRS ha inoltre sviluppato le sue prestazioni in ambito sanitario, in particolare la sua offerta di assistenza rivolta ai parenti di persone affette da demenza, ora aiutati da collaboratrici sanitarie appositamente formate che si occupano di numerose faccende quotidiane e delle cure destinate al familiare malato.

Un movimento mondiale di solidarietà

In tutto il mondo operano quasi 100 milioni di membri e di volontari appartenenti al Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa. Questa solida rete permette alla CRS di fornire un aiuto concreto e duraturo ovunque ve ne sia necessità.

Nel 2016 la CRS ha partecipato per la prima volta alle operazioni di salvataggio nel Mediterraneo, che si aggiungono ai progetti di aiuto ai profughi in Libano, Grecia, Serbia e Siria.

In seguito al passaggio dell’uragano Matthew su Haiti, la CRS ha inviato la sua unità logistica per distribuire beni di soccorso a 153 000 persone. La CRS continua inoltre a partecipare alla ricostruzione degli edifici nelle Filippine, colpite dal tifone Haiyan. Nel 2016 l’organizzazione ha insegnato ad altri 116 artigiani locali le tecniche per la costruzione di abitazioni resistenti ai cicloni e portato a termine 3000 cantieri di costruzione e riparazione. Infine il sistema di approvvigionamento idrico di 43 villaggi è stato creato o rimesso in funzione.

Questi non sono che alcuni esempi delle attività portate avanti dalle organizzazioni e dalla Sede della Croce Rossa Svizzera nel 2016. Per saperne di più è possibile consultare on-line oppure ordinare il Rapporto annuale 2016, approvato insieme ai conti annuali dall’Assemblea della Croce Rossa alla fine di giugno 2016.