3. Giugno 2021

Campagna di vaccinazione Covid-19

Nepal devastato da una nuova ondata di coronavirus

Se in Svizzera la campagna di vaccinazione prosegue, la situazione è ben diversa in molti altri Paesi. Il Nepal, piccolo stato tra l’India e la Cina, è al momento attraversato da una grave ondata di coronavirus, ma ha difficoltà a procurarsi i vaccini. La CRS si impegna per favorire un accesso ai vaccini, ai test e alle cure in tutto mondo.

Dopo numeri di casi relativamente stabili durante i mesi invernali, il Nepal è attraversato da una pesante seconda ondata della pandemia di Covid-19 e registra uno dei tassi di contagi più elevati dell’Asia meridionale. Il Paese è sul bordo del collasso: con ospedali pieni e rigide misure di confinamento, la pandemia sta avendo conseguenze terribili. Le morti si contano a migliaia, causate dalla mancanza di cure e di ossigeno. Annette Vondeling, coordinatrice del programma della Croce Rossa Svizzera (CRS) in Nepal, descrive la situazione allarmante nel Paese: «Le autorità chiedono alla popolazione di non uscire di casa e di andare in ospedale solo in caso di sintomi gravi. Il problema è che molte persone non sanno valutarne la gravità o non hanno mezzi con cui spostarsi. In molti muoiono così in casa, spesso dopo aver contagiato anche i loro familiari. Il numero dei decessi è sicuramente ben più elevato rispetto ai dati ufficiali». Senza dimenticare che milioni di persone non hanno più alcuna entrata a causa delle limitazioni sanitarie.

Il sostegno di un’ampia rete di volontari

I team della Croce Rossa fanno tutto il possibile per soccorrere i più vulnerabili: distribuiscono pasti, assicurano l’accesso all’acqua potabile e conducono campagne di informazione e sensibilizzazione. Annette Vondeling spiega: «Il punto forte della Croce Rossa è la sua ampia rete di volontari che le permette di intervenire anche negli angoli più remoti del Paese». Grazie al sostegno della Croce Rossa Svizzera, la consorella nepalese riesce ad arrivare al cuore delle comunità. Le attività finanziate dalla CRS, che vanno dalla distribuzione di kit d’igiene all’installazione di punti per il lavaggio delle mani o, ancora, alla fornitura di servizi di assistenza psicosociale, raggiungono direttamente la popolazione, grazie soprattutto ai diversi centri sanitari presenti nel Paese. È questo ad esempio il caso della zona al confine con l’India, dove chi rientra in Nepal deve passare un periodo di tempo in uno dei centri di isolamento.
La Croce Rossa Nepalese sostiene inoltre la campagna di vaccinazione statale, che però al momento si trova in una fase di stallo. Il Nepal aspetta dosi di vaccino che faticano ad arrivare: ad oggi solamente l’1 per cento della popolazione è stata vaccinata.

Accesso universale ai vaccini

Il Nepal non è l’unico Paese a trovarsi in questa situazione. Questa nuova ondata sta colpendo tutta l’Asia meridionale, nazioni come la vicina India, il Laos o il Bangladesh. Lo scenario non cambia molto guardando all’America del sud, dove il sistema sanitario di vari Paesi è allo stremo. Se in Europa e negli Stati Uniti le campagne di vaccinazione vanno avanti, tanti altri Paesi hanno appena le dosi di vaccino necessarie a vaccinare il personale sanitario. Nei 50 Paesi più poveri al mondo la vaccinazione procede a una velocità 27 volte inferiore rispetto al ritmo dei 50 Paesi più ricchi. In alcuni Paesi africani non è ancora arrivata neanche una dose di vaccino. 
L’unico modo per lasciarsi questa pandemia alle spalle è fare fronte comune contro il virus. Per riuscirci c’è bisogno di uno sforzo globale, non si può pensare di agire solamente a livello di singoli Paesi. Finché la pandemia non sarà sotto controllo in tutto il mondo non sarà possibile prevedere neanche le conseguenze sanitarie, economiche e sociali per il nostro Paese.

Solidarietà su scala globale

La CRS si impegna per contrastare gli squilibri di risposta alla pandemia su scala mondiale e soprattutto per garantire l’accesso a vaccini, test e medicinali nei Paesi in via di sviluppo. I diversi progetti all’estero della CRS mirano anche a rafforzare in maniera durevole i sistemi sanitari locali. La solidarietà su scala globale è l’unica via d’uscita da questa pandemia.

La Croce Rossa nelle vicinanze

Panoramica delle offerte nella Sua regione

Newsletter