I Principi fondamentali della Croce Rossa

I nostri Principi, validi sempre e ovunque

Benché il contesto in cui opera sia in costante evoluzione, la Croce Rossa si basa invariabilmente sui suoi sette Principi fondamentali, proclamati 50 anni or sono.

L’azione del Movimento internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa in favore di coloro che soffrono si fonda sempre e ovunque sui Principi fondamentali di umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità. Certo, le circostanze e le cause della sofferenza mutano incessantemente, ma l’urgenza rimane costante come rimangono costanti i capisaldi alla base di ogni intervento della Croce Rossa: i suoi sette Principi fondamentali, che guidano l’azione umanitaria su scala internazionale.

Poiché nel loro lavoro si attengono rigorosamente ai Principi fondamentali, le 189 Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, il Comitato internazionale della Croce Rossa e la Federazione internazionale sono diventati partner affidabili dei poteri pubblici e dei donatori. La loro neutralità e indipendenza consentono loro di venire in aiuto a persone in difficoltà alle quali altri operatori non hanno accesso. Inoltre, grazie alla loro umanità e imparzialità, riescono a conquistare la fiducia dei beneficiari della loro azione.

La loro neutralità e indipendenza consentono loro di venire in aiuto a persone in difficoltà alle quali altri operatori non hanno accesso.

I sette Principi fondamentali sono stati proclamati dalla Conferenza internazionale della Croce Rossa l'8 ottobre 1965 a Vienna. Cinquant’anni dopo, dei rappresentanti del Movimento della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa si sono riuniti a Vienna per ribadire la loro adesione ai Principi fondamentali e lanciare un appello affinché siano applicati, sempre e ovunque.