Migranti in fuga

Bosnia: aiuti invernali per i profughi

Nel cuore dell’Europa è in corso una crisi umanitaria che non sempre riceve la dovuta attenzione. Sono sempre di più le persone in fuga che cercano di raggiungere l’Unione Europea passando attraverso la Bosnia, un viaggio che spesso però si interrompe al confine con la Croazia. La Croce Rossa Svizzera (CRS) fornisce sostegno umanitario per aiutare i profughi durante l’inverno.

Nel 2018 il numero di migranti che cercano di raggiungere l’UE passando per la Bosnia è notevolmente aumentato: dei più di 20 000 che sono entrati nel Paese, 5000 vi si trovano ancora, tra loro ci sono 500 bambini. La maggior parte dei profughi si trova nella zona di confine con la Croazia, in località che non hanno i mezzi per accoglierli. Con l’inverno la situazione peggiora: ai migranti, privi di prospettive, può venire offerto soltanto un alloggio di emergenza. La Federazione internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC) ha comunicato che sono in migliaia a vivere in alloggi che non riparano dal freddo, tende ed edifici fatiscenti.

La situazione è particolarmente precaria nel nord del Paese, presso le località di Bihac e Velika Kladusa, dove la Croce Rossa della Bosnia-Erzegovina, con la collaborazione di volontari, presta aiuti di emergenza distribuendo pasti e curando i malati in centri sanitari mobili. Svolge inoltre un’attività di sensibilizzazione sul grave pericolo rappresentato dalle mine che si trovano nella regione e nei dintorni dei campi profughi.

Soccorsi di emergenza nei mesi invernali

La CRS sostiene la società consorella bosniaca stanziando un ulteriore contributo di 70 000 franchi, che vengono impiegati per acquistare cucine mobili, abiti caldi, sacchi a pelo e viveri, per cui la scorsa estate la CRS aveva già devoluto 150 000 franchi di aiuti transitori. Inoltre i proventi dell’iniziativa della CRS «2 x Natale» saranno devoluti, oltre che a famiglie in difficoltà, anche ai profughi bisognosi d’aiuto in Bosnia.

La Bosnia-Erzegovina è uno dei paesi di intervento della CRS, che qui realizza programmi per la salvaguardia della salute e a favore degli anziani, oltre a fornire aiuti invernali.