DIU

Diritto internazionale umanitario

Il diritto internazionale umanitario (DIU) ha lo scopo di limitare le conseguenze dei conflitti armati. Mira a proteggere i civili, i soldati feriti e il personale medico – ossia tutte le persone non coinvolte nei combattimenti. Il DIU – detto anche «diritto di guerra» o «diritto dei conflitti armati» – limita inoltre i mezzi e i metodi che si possono impiegare in guerra.

Nel 1864, in occasione di una conferenza diplomatica indetta dal Consiglio federale, 12 Stati europei hanno sottoscritto la prima Convenzione di Ginevra.

Da allora gli Stati, segnati dalle tragiche esperienze delle guerre moderne, hanno adottato una serie di regolamentazioni per disciplinare gli scontri armati, che mirano a mantenere un equilibro tra la sfera umanitaria e le esigenze militari dei Paesi contraenti.

Gran parte del DIU figura nelle quattro Convenzioni di Ginevra del 1949, a tutt’oggi ratificate dalla maggior parte degli Stati. Da allora le convenzioni sono state aggiornate e completate. L’ultima modifica risale al 2006 e riguarda il riconoscimento del cristallo rosso come terzo emblema del Movimento.