150 anni fa l’internamento dell’Armata di Bourbaki

L’atto di nascita della neutralità umanitaria

Il 1° febbraio 1871 la Svizzera accolse 87 000 soldati, 11 800 cavalli e 1150 mezzi militari. L’internamento della cosiddetta Armata dell’Est ha rappresentato la prima grande operazione di soccorso dell’allora neonata Croce Rossa Svizzera (CRS) e costituisce l’atto di nascita della neutralità umanitaria del nostro Paese.

In questi giorni 150 anni fa, nel corso della Guerra franco-prussiana, l’esercito francese guidato dal generale Charles Denis Sauter Bourbaki si trova in una situazione disperata: spinto ai piedi del Giura dai prussiani, non ha possibilità di ritirata ed è sfinito dalla fame e dal freddo. Trova soccorso il 1° febbraio 1871, quando riceve asilo dalla Svizzera.

Da Ginevra a San Gallo

In tutto il Paese si assiste alla nascita spontanea di comitati di azione i quali, guidati da rappresentanti della Chiesa, insegnanti, personalità di rilevo o membri delle sezioni della Croce Rossa, danno manforte alle autorità politiche e militari aiutandole ad affrontare questa operazione senza precedenti sul piano logistico e umanitario. Avviano campagne di donazioni, organizzano collette e si occupano del benessere dei soldati internati.

Nascita di tante sezioni della Croce Rossa

L’internamento dei soldati di Bourbaki trasforma anche la Croce Rossa. Al momento della fondazione nel 1866 era ancora sconosciuta: cinque anni più tardi, nel 1871, divenne il simbolo di un grande sentimento di appartenenza che trovò espressione in atti di neutralità e solidarietà vissuti in prima persona. Questo episodio legato al conflitto franco-prussiano rappresentò un punto di svolta per la CRS, che fino ad allora disponeva di ridotta capacità di intervento e di strutture cantonali ancora embrionali. Allo scoppio della guerra nel 1870 si formarono una ventina di sezioni locali che iniziarono a diffondere gli ideali di Henry Dunant. Questa sinergia vincente tra associazioni cantonali e volontari continua ancora oggi: senza di loro, la CRS non sarebbe in grado di superare le tante sfide che si presentano ogni giorno sulla scena nazionale e internazionale.

La Croce Rossa nelle vicinanze

Panoramica delle offerte nella Sua regione

Newsletter