Partner

Insieme per aiutare

Crisi come la pandemia di coronavirus possono essere superate solo con l’aiuto di partner affidabili. La Croce Rossa Svizzera ringrazia le numerose aziende che stanno dando prova di grande generosità.

La pandemia di coronavirus sta causando indicibili sofferenze in tutto il mondo e in molti hanno urgente bisogno di aiuto. La Federazione internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa ha lanciato un appello di emergenza per raccogliere diverse centinaia di milioni di franchi.

Solidali con i più deboli

Per poter aiutare le persone più svantaggiate nel nostro Paese e all’estero, la Croce Rossa Svizzera (CRS) ha bisogno di gesti di generosità. Markus Mader, direttore della CRS, fa notare come: «I fatti attuali ci mostrano con evidenza che il nostro è un mondo strettamente interconnesso. Oggi più che mai, è chiaro che le difficoltà si possono superare soltanto lavorando mano nella mano».

In questo periodo difficile la CRS è grata di aver potuto contare sia sul grande aiuto della popolazione, sia sull’impegno di aziende come Rolex, la banca Julius Bär e Helsana. Sono aziende che, operando nell’ottica degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU e, in particolare, del principio «Non lasciare indietro nessuno», si assumono la responsabilità del proprio ruolo nella gestione della crisi.

  • «Solo la forza della solidarietà, insieme all’impegno di partner attivi come la Croce Rossa, possono permetterci di superare questa crisi senza precedenti per tutta la società». Jean-Frédéric Dufour, direttore generale di Rolex SA
  •  «Desideriamo impegnare i nostri fondi in attività che permettano di completare le misure ufficiali dei governi nazionali e delle autorità internazionali, per esempio aiutando le organizzazioni umanitarie private, come facciamo già da anni con la nostra fondazione». Philipp Rickenbacher, CEO di Julius Bär
  •  «Questo partenariato si inserisce nella strategia di Helsana, che intende assumere un ruolo attivo nella configurazione del sistema sanitario svizzero. Nella lotta alla pandemia di coronavirus Helsana sostiene le misure della CRS, sia sul piano finanziario che con l’impegno di volontari nel centro per il depistaggio del coronavirus. Vogliamo essere al fianco delle persone quando hanno bisogno di noi». Daniel H. Schmutz, CEO Gruppo Helsana

La CRS ringrazia di cuore le oltre 50 aziende che si sono schierate al suo fianco nella lotta al coronavirus. Le donazioni di queste e altre aziende vengono impiegate per le misure di aiuto in Svizzera e all’estero.

Da anni la CRS può contare su collaborazioni consolidate e radicate con il mondo delle imprese. Nel corso della crisi attuale le aziende svizzere si sono mostrate estremamente solidali e hanno sostenuto le nostre misure di aiuto in Svizzera e all’estero. Desideriamo ringraziare soprattutto Rolex, la banca Julius Bär e Helsana per il loro sostanziale contributo nella lotta al coronavirus.

Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’ONU

La Croce Rossa Svizzera collabora con partner affidabili, che permettono di finanziare numerosi progetti in Svizzera e nel resto del mondo. Di più

La Croce Rossa nelle vicinanze

Panoramica delle offerte nella Sua regione

Newsletter