Coronavirus

In azione durante la pandemia di coronavirus

Un video riassume ciò che è stato fatto nei primi due mesi della pandemia.

Per la Croce Rossa Svizzera (CRS), così come per molte altre organizzazioni, la pandemia di coronavirus ha fatto emergere una serie di situazioni del tutto nuove. Specializzata nell’ambito della salute, anche in tempi di crisi la CRS non si impegna soltanto al fianco della Confederazione e dei Cantoni, ma continua a prestare soccorso anche ai più deboli, sia in Svizzera che in 30 Paesi in tutto il mondo.

Mascherine di protezione, centro di depistaggio del coronavirus, servizio di spesa a domicilio per persone a rischio, sostegno per persone e famiglie in difficoltà finanziarie: il nostro Paese può contare sull’aiuto della CRS e delle sue migliaia di volontari. In brevissimo tempo l’organizzazione ha adeguato le sue prestazioni e ne ha proposte di nuove in risposta alla situazione straordinaria, riuscendo così a tendere una mano a chi si trova in gravi difficoltà.

Dare una mano ai più vulnerabili

Nel giro di un mese sono state oltre 5000 le persone che hanno messo a disposizione il loro aiuto – uno slancio di solidarietà che ha permesso di proteggere i volontari appartenenti ai gruppi a rischio e di adeguare velocemente l’offerta di prestazioni. Grazie alle donazioni della popolazione svizzera e di imprese, la CRS sostiene il sistema sanitario e aiuta persone in difficoltà in modo semplice e veloce.

Le ripercussioni del coronavirus sono particolarmente drammatiche nei Paesi poveri. Nei suoi 30 Paesi d’intervento la Croce Rossa Svizzera aiuta le sue Società consorelle della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa ad arginare la pandemia lanciando nuove campagne di prevenzione e adattando i programmi di cooperazione allo sviluppo già esistenti. L’obiettivo è lottare contro la crisi legata al coronavirus. 

La Croce Rossa nelle vicinanze

Panoramica delle offerte nella Sua regione

Newsletter