Tempesta nei Caraibi

Haiti: soccorsi e prevenzione dopo l’uragano Irma

I danni provocati dall’uragano Irma nei Caraibi sono immani. Ad Haiti, soltanto la parte settentrionale dell’isola è stata toccata. Il team locale della Croce Rossa Svizzera (CRS) sostiene le operazioni di soccorso e potenzia le misure di prevenzione delle catastrofi

Lo scorso venerdì l’uragano Irma ha toccato la regione settentrionale di Haiti, il più povero degli Stati coinvolti nella tragedia. Le zone costiere presentano danni e inondazioni, ma poiché la tempesta ha soltanto sfiorato l’isola le conseguenze si sono rivelate meno gravi di quanto temuto. I collaboratori del team locale della CRS si sono recati nelle zone colpite per decidere insieme alla Croce Rossa Haitiana come sostenere i soccorsi di emergenza. Solo un anno fa l’uragano Matthew aveva causato gravi devastazioni nel paese, con le quali gli abitanti fanno i conti ancora oggi.

L’importanza della prevenzione

La nuova minaccia rappresentata dall’uragano Irma mostra chiaramente il grave pericolo a cui gli abitanti di Haiti sono ripetutamente esposti. La maggior parte di loro vive al di sotto della soglia di povertà e in condizioni estremamente umili, il che li rende particolarmente vulnerabili alle conseguenze di eventuali calamità. Nel suo programma a lungo termine la CRS promuove quindi la prevenzione delle catastrofi, che verrà ulteriormente sviluppata nei prossimi anni. Il programma include la creazione di sistemi di preallarme e rifugi, affinché le persone possano mettersi al riparo in tempo, nonché la sensibilizzazione delle comunità sui pericoli naturali tramite campagne di informazione ed esercitazioni di emergenza. Gli abitanti imparano infine a costruire case resistenti alle tempeste e a coltivare orti e campi in modo che siano più protetti e produttivi. Tutte misure volte a migliorare le loro condizioni vitali.

Avviati gli aiuti della Croce Rossa

I soccorsi della Croce Rossa sono stati avviati sulle isole caraibiche gravemente colpite, in particolare Antigua, Barbuda, Saint Martin, Saint Kitts e Nevis. Le Società locali della Croce Rossa con i loro numerosi volontari sono sostenute dai partner internazionali. L’entità dei danni non è ancora calcolabile. La Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa ha fatto appello per un sostegno di almeno 1,1 milioni di franchi.

Intervento della CRS a Saint Martin
La Croce Rossa Svizzera (CRS) invia a Sint Maarten la sua unità logistica di soccorso ERU (Emergency Response Unit). Su incarico della Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, l’équipe gestirà tutto l’aspetto logistico degli aiuti: dalla ricezione fino al deposito temporaneo e al trasporto nelle zone colpite, in cui le persone necessitano urgentemente di aiuto. Con circa 34 000 abitanti, Sint Maarten è una delle isole maggiormente devastate dall’uragano Irma. Circa il 75 percento delle case è stato danneggiato o distrutto.