Indonesia

Soccorsi della Croce Rossa trasportati a piedi e per mare

A due settimane di distanza dal terremoto e dallo tsunami che hanno devastato l’isola di Sulawesi, le squadre della Croce Rossa hanno rifornito di acqua, generi alimentari e alloggi di emergenza oltre 30 000 persone. Resta però ancora moltissimo da fare, come racconta l’esperto di soccorsi d’emergenza della CRS Thomas Büeler, in missione sul posto.

Gli aiuti internazionali raggiungono sempre più zone colpite dal terremoto e dallo tsunami del 28 settembre inaccessibili in precedenza. «La Croce Rossa ha già distribuito più di mezzo milione di litri di acqua potabile, cibo e materiale per costruire dei rifugi provvisori», spiega Thomas Büeler, esperto di aiuti d’emergenza della CRS, in missione a Sulawesi per aiutare a coordinare gli aiuti della Croce Rossa insieme a un team internazionale. Finora oltre 30 000 abitanti in uno stato di assoluta emergenza hanno ricevuto i beni di soccorso dall’organizzazione. La distribuzione continuerà nelle prossime settimane per rispondere alla situazione di estrema necessità. Il disastro ha danneggiato gran parte delle infrastrutture: molte strade, reti elettriche e sistemi di approvvigionamento idrico sono fuori uso. Nelle zone lontane dalle arterie principali e nei villaggi più isolati le condizioni continuano a essere molto gravi, spiega Thomas Büeler, che aggiunge: «Molte delle famiglie che hanno perso tutti i loro averi si sono messe in viaggio a piedi per raggiungere le regioni meno colpite o addirittura per spostarsi su altre isole via mare».

Cliniche ambulanti per malati e feriti

Il rifornimento di beni di soccorso, acquistati per lo più sul posto grazie anche alla solidarietà internazionale e alle generosità dei donatori, avviene per mezzo di aerei e navi. In alcune aree impossibili da raggiungere altrimenti, i volontari della Croce Rossa trasportano i beni di soccorso a piedi. Alla fornitura di aiuti vitali si aggiunge l’assistenza medica. La Croce Rossa Indonesiana è presente nelle zone colpite con cliniche ambulanti e cura ogni giorno oltre 500 persone tra malati e feriti.

600 volontari della Croce Rossa

La Croce Rossa Indonesiana ricopre un ruolo fondamentale nell’operazione di soccorso con 600 volontari e numerosi esperti in azione. L’organizzazione può inoltre contare sul sostegno di esperti provenienti da tutto il mondo, come lo svizzero Thomas Büeler. Con l’aiuto della Confederazione, la CRS partecipa agli aiuti con un primo contributo di 500 000 franchi e si tiene pronta a inviare sul posto altri specialisti.

Quattro fatti sui soccorsi della Croce Rossa a Sulawesi
- 600 volontari della Croce Rossa in azione
- 141 alloggi di emergenza creati per accogliere gli abitanti dei comuni colpiti
- 82 775 persone in attesa di essere evacuate dalle zone disastrate
- oltre 67 000 case danneggiate o distrutte