Etiopia

Più sostegno alle vittime della siccità

La CRS aumenta di 330 000 franchi i suoi aiuti in Etiopia per sostenere le regioni meridionali colpite dalla siccità con acqua potabile, integratori alimentari per bambini e campagne sull’igiene.

In Etiopia la siccità perdura dall’anno scorso e affligge duramente gli abitanti. Nelle regioni più isolate, costantemente colpite dalla scarsità d’acqua, la situazione sta sfiorando il dramma. La Croce Rossa Svizzera (CRS) ha quindi deciso di ampliare il suo programma di sostegno nei distretti di Moyale e Shalla, situati nelle regioni Somali e Oromia.

Distribuzione di due milioni di litri d’acqua

Sostenuta dalla Catena della Solidarietà, la CRS opera a Moyale dal 2010. Qui costruisce bacini per la raccolta dell’acqua, conduce campagne di sensibilizzazione sull’igiene e aiuta la Società consorella locale. Per far fronte all’emergenza, da alcune settimane i volontari della CRS distribuiscono acqua alle comunità maggiormente a rischio. Oltre due milioni di litri sono stati trasportati nelle aree più discoste per mezzo di autobotti e distribuiti a circa 84 000 persone – un aiuto che si è rivelato vitale. Al contempo la Croce Rossa fornisce agli abitanti compresse per disinfettare l’acqua e li informa circa le misure igieniche da rispettare.

Agli aiuti di emergenza a Moyale si aggiunge la distribuzione di complementi alimentari per bambini piccoli e donne incinte o che allattano. La regione viene inoltre rifornita di foraggio per evitare che il bestiame muoia e che gli abitanti perdano la loro fonte di sostentamento.

Bambini piccoli, principali vittime

Anche nel distretto di Shalla, a nord di Moyale, la carenza d’acqua è allarmante e può essere fatale, in particolare per i bambini piccoli. Insieme alle Società consorelle austriaca ed etiope, la CRS ha prestato soccorsi di emergenza in quest’area già nel 2016. Gli aiuti temporanei si trasformano ora in un impegno a lungo termine, che permetterà di migliorare le condizioni di almeno 8000 persone tramite la costruzione di cisterne per l’acqua e la sensibilizzazione sull’igiene.

Per ampliare gli aiuti destinati alle vittime della siccità in Etiopia la CRS ha attualmente messo a disposizione 330 000 franchi. Tutte le donazioni sono benaccette.