Uragani nei Caraibi

Aiuti CRS anche sull’isola di Dominica

Dopo Irma, anche l’uragano Maria ha provocato gravi danni nelle isole caraibiche. La CRS invia quindi altri soccorritori sull’isola di Dominica, particolarmente colpita dalla tempesta. Questi ultimi coordinano gli aiuti di emergenza in seno a un’équipe internazionale.

Circa l’85 per cento degli abitanti di Dominica sono stati direttamente colpiti dall’uragano Maria, abbattutosi sull’isola il 21 settembre, a pochi giorni di distanza dal passaggio dell’uragano Irma. Migliaia di case sono andate completamente distrutte, molte strade sono attualmente bloccate dagli alberi caduti e il tetto del principale ospedale è stato spazzato via. La Croce Rossa Svizzera (CRS) invia sul posto altri tre esperti in soccorsi di emergenza per aiutare la popolazione colpita. Questi ultimi vanno a integrare un team composto da specialisti delle Società consorelle finlandese e danese, che si occuperà di coordinare gli aiuti internazionali della Croce Rossa e garantire che i beni di prima necessità – tra cui acqua potabile, generi alimentari e teloni per proteggersi dalle piogge incessanti – arrivino ai colpiti il più rapidamente possibile.

Otto esperti della CRS sul posto

Aumenta quindi a otto il numero degli esperti in soccorsi di emergenza inviati in missione nei Caraibi dalla CRS per gestire le conseguenze della catastrofe dovuta ai due uragani. La delegata della CRS Regina Wenk è giunta a Dominica già lo scorso fine settimana a bordo di una nave proveniente dalla Guadalupa. «Al nostro arrivo al porto c’erano innumerevoli persone in attesa di soccorsi. La portata dei danni è gigantesca», ha dichiarato la specialista che, insieme a un team internazionale della Croce Rossa, sta definendo le priorità d’intervento e valutando le condizioni degli edifici per avviare la prima fase della ricostruzione.

In corso gli aiuti a Saint Martin

Nella parte olandese dell’isola di Saint Martin, dove da dieci giorni opera un team di intervento della CRS, la distribuzione di beni di soccorso procede a pieno regime. «Forniamo acqua, cibo e teloni alle famiglie che hanno perso la casa per via dell’uragano Irma», dichiara Thomas Büeler, esperto in logistica della CRS in missione sul posto. La settimana scorsa gli aiuti hanno dovuto essere temporaneamente interrotti a causa del passaggio dell’uragano Maria.