Indonesia

Sulawesi: soccorsi dopo lo tsunami

A Sulawesi il terremoto e il conseguente tsunami hanno provocato oltre 1200 morti e danni immani. L’entità del disastro è per il momento ancora sconosciuta. La Croce Rossa Svizzera sostiene la sua Società consorella indonesiana con un primo contributo di 500 000 franchi.

Alle 17:02 del 28 settembre l’isola indonesiana di Sulawesi è stata colpita da un terremoto di magnitudo 7.4, il quale ha scatenato uno tsunami che si è abbattuto sulle città di Palu e Mamuju e sulla regione di Donggala, inondandole. Le conseguenze del disastro sono drammatiche: oggi il bilancio ammontava a oltre 1200 morti e centinaia di feriti. Numerosi edifici, così come gran parte delle infrastrutture, sono andati distrutti. L’entità dei danni non è ancora stata accertata e l’accesso a molte delle zone colpite resta limitato. L’interruzione della rete elettrica e dei mezzi di comunicazione complica i soccorsi ai più di 1,5 milioni di abitanti potenzialmente colpiti dalla tragedia.

In corso le operazioni di ricerca e salvataggio

La Croce Rossa Indonesiana è sul posto con i suoi collaboratori e i suoi volontari per partecipare, insieme agli abitanti e alle autorità, alla ricerca e al salvataggio dei colpiti sepolti sotto le macerie. Subito dopo la catastrofe sono state mobilitate 15 ambulanze nonché team di personale medico e di specialisti in soccorsi di emergenza. Nel frattempo i volontari distribuiscono acqua potabile, teloni per i ripari temporanei e altri beni di primaria necessità.

Gli esperti della Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa si trovano sul posto per determinare come procedere e cercare di raggiungere anche le zone più discoste. Coordinano inoltre gli aiuti internazionali della Croce Rossa, a cui partecipa anche la Croce Rossa Svizzera (CRS), che, sostenuta dalla Confederazione, contribuisce agli aiuti di emergenza con un primo importo di 500 000 franchi. Si tengono infine pronte a recarsi sul posto le squadre di specialisti di logistica della CRS per aiutare nella coordinazione degli aiuti del Movimento internazionale della Croce Rossa.