Aiuto individuale CRS

Aiuto finanziario

Anche in Svizzera vivono persone svantaggiate. La CRS le sostiene quando i loro mezzi finanziari si esauriscono, partecipando al pagamento di spese sanitarie dovute, ad esempio, a cure dentistiche.

Nonostante la prosperità del nostro Paese, anche in Svizzera vivono persone svantaggiate. La perdita del lavoro, una separazione o un reddito basso obbligano spesso persone singole e famiglie intere a risparmiare fino all’ultimo centesimo per arrivare a fine mese. Il loro bilancio è però messo a dura prova quando sorgono problemi di salute. In questi casi le persone coinvolte non sanno come fare per acquistare gli occhiali dei figli, pagare le fatture del dentista o i costi per un trattamento non coperto dalla cassa malati: tutte spese indispensabili.

La CRS può intervenire con un contributo volto a saldare le spese sanitarie – come ad esempio le cure dentistiche – destinato a coloro che non hanno diritto a un rimborso dei costi e che hanno esaurito i propri mezzi finanziari.

Le richieste devono essere presentate tramite un ente sociale pubblico o privato per mezzo dell’apposito formulario. Questi enti si occupano anche di coordinare le misure che generano costi elevati, finanziati tramite diverse fondazioni, e di garantire che i mezzi vengano attribuiti correttamente. L’Aiuto individuale della CRS ha l’obiettivo di preservare e tutelare la salute degli interessati nonché di contribuire a far sì che le persone con un reddito basso non contraggano debiti e non diventino dipendenti dai servizi sociali.

Cifre
Ogni anni circa oltre 300 famiglie ricevono un sostegno finanziario da parte dell’Aiuto individuale CRS. Alle richieste approvate viene concesso un contributo unico per un importo massimo di 1000 CHF.

Finanze
Grazie ai padrinati e alle donazioni, l’Aiuto individuale CRS può impiegare circa 235 000 CHF all’anno per aiutare persone nella morsa della povertà.